PRESENTAZIONE DEL VOLUME

INVENTARIO DELL'ARCHIVIO STORICO

DELL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI PALERMO

Mercoledi' 16 marzo, alle ore 16.30 presso l'Archivio Storico Comunale in via Maqueda 157

 

 

Mercoledi' 16 marzo, alle ore 16.30 presso l'Archivio Storico Comunale in via Maqueda 157 a Palermo verra' presentato il volume Inventario dell'archivio storico dell'Osservatorio Astronomico di Palermo a cura di Donatella Randazzo, Agnese Mandrino, Stefania La Via e Rosalia Vinci.

Apriranno i lavori i saluti di Eliana Calandra, Dirigente del Servizio Sistema Bibliotecario e Archivio Cittadino del Comune di Palermo, di Claudio Torrisi, Direttore della Soprintendenza Archivistica della Sicilia-Archivio di Stato di Palermo, di Giusi Micela, Direttore dell'INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo, e di Stefana Milioto, Direttore del Dipartimento di Fisica e Chimica dell'UniversitÓ degli Studi di Palermo. Seguiranno gli interventi delle curatrici.

La presentazione del volume avviene nell'ambito dell'iniziativa "Ispirati dagli archivi", promossa dall'Associazione Nazionale degli Archivisti Italiani nella settimana dal 14 al 19 marzo 2016 "per dare voce alle migliaia di chilometri di documenti che costituiscono l’eccezionale patrimonio degli archivi italiani".

L'archivio storico dell'Osservatorio di Palermo rappresenta una fonte unica per la storia dell'astronomia a partire dalla fine del Settecento (quando l'Osservatorio venne fondato da padre Giuseppe Piazzi) e fino agli anni 70' del Novecento. Costituito da 428 cartelle, con decine di migliaia di carte, l'archivio contiene soprattutto materiale relativo all'astronomia siciliana, ma testimonia anche i rapporti che gli astronomi locali ebbero con gli altri colleghi in Italia.

Le tipologie di materiale conservato sono diverse, a partire dalla Corrispondenza ufficiale (che gli astronomi scambiavano con le autorita' governative) fino alle lunghe serie delle osservazioni astronomiche (che ci raccontano i progressi della scienza permessi da notti e notti trascorse al telescopio) e di quelle meteorologiche, che rappresentano una inestimabile fonte per la ricostruzione del clima nel passato. Di particolare interesse e' un piccolo nucleo documentario dedicato alla prima spedizione scientifica italiana voluta e finanziata dal Governo, che si svolse proprio in Sicilia per l’osservazione di un'eclisse solare nel dicembre del 1870: tra le carte troviamo lettere, rapporti scientifici e bellissimi disegni a carboncino del fenomeno.
In archivio e' conservata, poi, una singolare testimonianza risalente al 1962 quando Luchino Visconti (che in quell'anno stava girando a Palermo "Il Gattopardo") trasferi' sul set cinematografico una parte dell'archivio dell'Osservatorio, per ricostruire con verosimiglianza lo studio del Principe di Salina, astronomo dilettante.

L'inventario dell'archivio e' il risultato di un lungo ed impegnativo intervento sul materiale documentario, realizzato con la supervisione della Soprintendenza Archivistica per la Sicilia e attuato nell'ambito del progetto "Specola 2000" volto al riordino ed all'inventariazione degli archivi storici degli osservatori astronomici italiani. Esso andrÓ ad arricchire il portale “Polvere di stelle” (www.archivistorici.inaf.it/) dedicato all’enorme patrimonio di documenti, libri e strumenti posseduti dall'Istituto Nazionale di Astrofisica e dal Dipartimento di Astronomia dell'UniversitÓ di Bologna e sara' presto consultabile su web.

L'archivio storico e' conservato presso la sede dell'Osservatorio ed e' accessibile, su appuntamento, agli studiosi. 
Il volume dell'inventario e' dedicato a Giorgia Fodera' Serio, docente di Storia dell'Astronomia all'Universita' di Palermo, che ha promosso il riordino e l'inventariazione dell'archivio e il restauro e la valorizzazione dell'intero patrimonio storico dell'Osservatorio.

Per informazioni contattare Donatella Randazzo, responsabile dell'Archivio storico dell'Osservatorio di Palermo:
donata@astropa.inaf.it - te. 091-233 243